closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

La «cosa rossa» rallenta sul binario Milano-Roma

Amministrative. Alla riunione di ieri non arriva l'accordo. Lunedì un nuovo tentativo. Il Nazareno benedice i gazebo. Pisapia: sono indispensabili. Il «nuovo soggetto» ora va a caccia della quadra unitaria

Pippo Civati e Stefano Fassina, ex deputati dem

Pippo Civati e Stefano Fassina, ex deputati dem

Il già lunghissimo ed estenuante travaglio della ’cosa rossa’ rischia di allungarsi ancora e di rimandare la nascita della creatura a data da destinarsi. Ancora una volta. Stavolta però con il rischio di mettere una pietra tombale su tutta la vicenda. L’appuntamento unitario dei primi di novembre è già slittato a fine mese, o ai primi di dicembre. Ma anche questa non è ancora una decisione definitiva: potrebbe persino saltare. I fatti. Ieri mattina in una sala della camera si sono messi intorno a un tavolo molti dei protagonisti della sinistra-sinistra italiana. Sel, Prc, Altra europa con Tsipras, Stefano Fassina,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.