closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Tutte le menzogne della Troika

Creditori. Dai documenti segreti di Fmi, Bce e Commissione europea, emerge la consapevolezza del bisogno di una massiccia ristrutturazione del debito greco se il paese vuole avere una qualche chance di risollevare la propria economia, come hanno ribadito di recente economisti di rilievo come Piketty, Krugman, Stiglitz, Kaldor e molti altri.

Se la Grecia dovesse piegarsi alle richieste delle istituzioni e accettare di implementare il pacchetto di «riforme» preteso dai creditori - un mix di aumenti delle tasse e drastici tagli alla spesa pubblica - il suo rapporto debito/Pil non si stabilizzerà, ma al contrario continuerà a mostrare evidenti caratteri di insostenibilità anche nel 2030. Non è una stima del governo greco ma della stessa troika. È quanto emerge da una serie di documenti segreti redatti da Fmi, Bce e Commissione europea e venuti in possesso della Süddeutsche Zeitung e del Guardian. I documenti – allegati alla proposta «finale» presentata alla...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi